Ricerca


Marchi di Qualità

f
Colori primari e Colori complementari

cerchio cromaticoLa classificazione dei colori si può ottenere tramite l'utilizzo di un cerchio diviso in 12 settori chiamato "Cerchio cromatico".

Questo cerchio rappresenta la gamma di colori ottenibili mescolando i colori primari (giallo, rosso e blu) che per loro natura sono impossibili da riprodurre mediante mescolanza.

I colori primari, mescolati con i colori intermedi, danno sfumature che variano a seconda della posizione che occupano rispettivamente nello spettro. Se sono vicini, la mescolanza ricorda l'uno e l'altro. Per esempio:

Blu + verde = blu verdastro
Blu + viola = blu violaceo
Giallo + verde= giallo verde
Giallo + arancione = giallo arancio ecc.


 

 

 

 

 

Se i due colori non sono vicini sul cerchio cromatico, la loro mescolanza tende al grigio.

Colori in maiuscolo = Primari - Colori in minuscolo = Mescolanze

Si ottiene quindi il grigio mescolando:

1) Blu e arancione

2) Giallo e viola

3) Rosso e verde


In pittura lo scopo è di ottenere la vivacità dei colori abbinati. Sappiamo che per ottenere un viola dobbiamo usare un blu ed un rosso. Ma quali? Per esempio, i viola ottenuti con il Blu di Prussia e il Vermiglione risulteranno grigiastri in quanto il Blu di Prussia tende al verde che avrà influenza negativa sul rosso. Al contrario, se abbianiamo il Blu Oltremare e la Lacca Carminio, tutti e due a tendenza violacea, otterremo un viola abbastanza accettabile anche se non perfetto perché i colori che lo compongono, considerati fondamentali dagli artisti, non corrispondono esattamente ai colori primari ideali.

Queste osservazioni spiegano perché gli artisti ricorrono a più colori per soddisfare le loro esigenze e perché, nonostante le regole che conoscono benissimo e che permetterebbero loro di giocare con i colori complementari, preferiscono avere a loro disposizione colori che, con combinazioni chimiche riuscite, hanno un tono molto più vivo.


carrello